Piano di Azione Locale per il riuso adattivo del patrimonio culturale in abbandono e sottoutilizzo a Salerno: definizione di obiettivi ed azioni

Consenso informato

Il progetto CLIC

L’obiettivo globale del progetto di ricerca transdisciplinare è quello di identificare gli strumenti di valutazione per testare, implementare, validare e condividere modelli innovativi “circolari” di finanza, business, e governance per il riuso funzionale del patrimonio e del paesaggio culturale, dimostrando la convenienza economica, sociale, e ambientale, in termini di benessere economico, culturale e ambientale a lungo termine.

Il progetto CLIC identifica dunque modelli innovativi di finanziamento, business e governance in grado di promuovere e facilitare il riutilizzo adattivo del patrimonio culturale nelle città europee e nei paesaggi culturali nella prospettiva dell’”economia circolare”. Il progetto mira ad attrarre nuovi investimenti sostenibili per il riutilizzo di edifici e paesaggi abbandonati, con l’obiettivo di generare impatti economici, sociali e ambientali positivi e aumentare l’occupazione attraverso partenariati pubblico-privato-sociale.

Il progetto CLIC si articolerà in attività di ricerca (raccolta dati, analisi delle buone pratiche di rigenerazione del patrimonio e del paesaggio culturale in disuso, elaborazione di modelli) e in una fase operativa che includerà:

  • Coinvolgimento degli stakeholder per aumentare la partecipazione attiva nei processi di riuso funzionale del patrimonio culturale (incontri, workshop tematici, focus group);
  • Sperimentazione dei modelli di governance, business e financing proposti per i diversi contesti territoriali/economici

CLIC rappresenta una opportunità per le città coinvolte, in termini di miglioramento della capacità di gestione del patrimonio culturale, attrazione di capitali e investimenti, creazione di posti di lavoro e capacità di attrazione/sviluppo di competenze utili alla valorizzazione e rigenerazione del patrimonio e paesaggio culturale. Il progetto CLIC intende fornire ai decisori locali degli utili strumenti valutativi per affrontare le sfide complesse della gestione dei beni culturali e paesaggistici per trasformare quello che attualmente è un costo (per la comunità, etc.), in una occasione di sviluppo economico, sociale e ambientale e promozione culturale della città.

Questo progetto ha ricevuto fondi dal Programma di Ricerca e Innovazione dell’Unione Europea Horizon 2020 (grant agreement No 776758).

La invitiamo a leggere questo modulo di consenso informato così da poter discutere e condividere le Sue esperienze e pensieri sui temi chiave del nostro progetto, di cui potrà parlare con chiunque lei reputi opportuno. Prenda il Suo tempo per decidere se partecipare oppure no. Se c’è qualcosa che non Le è chiaro in questo foglio informativo, si senta libero di formulare domande quando riterrà più opportuno.

Selezione dei partecipanti

Lei è invitato a partecipare a questo progetto per la sua esperienza come rappresentante istituzionale, studioso, ricercatore, rappresentante della società civile, rappresentante di ente privato e a rispondere alle domande preparate per la Scheda di valutazione per la selezione e analisi delle pratiche di riuso funzionale del patrimonio culturale e paesaggistico, su fatti e percezioni legati alla pratica di riuso selezionata.

Partecipazione volontaria

La sua partecipazione alla ricerca è completamente volontaria. Lei può scegliere sia di partecipare sia di declinare l’invito.

Procedura

Le informazioni raccolte sono assolutamente confidenziali.

Rischi

L’intervista potrebbe potenzialmente includere questioni sensibili e personali (opinioni politiche, valori culturali). Questa tipologia di dati personali sarà trattata in modo equo e lecito e i dati non saranno ulteriormente elaborati in nessun modo incompatibile allo scopo iniziale della ricerca. Inoltre, non è necessario rispondere alle domande che potrebbero farLa sentire a disagio.

Rimborso spese

Non è previsto nessun rimborso spese a fronte di questa intervista.

Riservatezza

Tutti i dati raccolti attraverso questa intervista rimarranno riservati. I dati forniti saranno memorizzati solo per quanto riguarda le risposte fornite e sarà garantito l’anonimato. Durante l’analisi dei dati non verranno presentati i nomi dell’intervistato, anche se sarà possibile riportare i testi delle interviste riportati tra le virgolette (“”). Come con qualsiasi progetto di ricerca, potrebbero esserci dei limiti alla riservatezza. Tuttavia, questa ricerca non affronta argomenti sensibili, quindi la probabilità di tali esperienze è assolutamente ridotta.

Archiviazione dei dati

Tutti i dati verranno archiviati per cinque anni, a partire dalla fine del progetto. Questi dati possono essere resi disponibili ad altri studiosi e ricercatori su richiesta.

Condivisione dei risultati

I risultati del progetto saranno pubblicati all’interno di relazioni e rapporti pubblici. I dati, ad esempio, saranno utilizzati in note di policy, conferenze e workshop e come materiale di comunicazione.

Contatti

Se avete domande su questo progetto, sentitevi liberi di contattare il Coordinatore Scientifico del progetto in qualsiasi momento.

Il Coordinatore Scientifico del progetto CLIC è il Prof. Luigi Fusco Girard (l.fuscogirard@iriss.cnr.it; clic@iriss.cnr.it)